foto1
foto1
foto1
foto1
foto1
Proloco Montecalvo dal 1974 sempre con te. Read More...

Pro Loco Montecalvo Irpino

Unpli

Eventi


I nostri video

Montecalvo è molto rinomato non solo per la produzione del grano, ma anche e principalmente per la coltivazione dei prodotti ortofrutticoli: zucchine, aglio, verdure di stagione, peperoni e in particolare i pomodorini di collina, nella cui produzione le piccole aziende agricole a conduzione familiare si sono specializzate. I “datterini” , “il ciliegino” e i “pomodorini a grappolo” non hanno nulla da invidiare alla varietà “Piennulo” delle falde del Vesuvio. Particolarmente dolci sono quelli coltivati, senza irrigazione, nella zona della Malvizza - Frascino (Valle del Miscano) i cui terreni sembrano particolarmente adatti a tali coltivazioni. Il resto lo fanno le premurose cure di agricoltori attenti a mantenere intatte le tecniche tradizionali: curano il trapianto dopo la preparazione dei campi nel periodo primaverile, estirpano le erbe infestanti lasciando che la natura faccia il suo corso tino alla completa maturazione e raccolta che aviene da agosto a ottobre.Da un po’ di anni molti di essi si sono riuniti in cooperativa e grazie alla dedizione e alla passione di alcuni impreditori del settore è possibile garantire un mercato equo a tali preziosi frutti. I pomodorini datterino sono un prodotto straordinario dall’alto grado zuccherino, che sta conquistando sempre più il palato dei consumatori, che spesso Io preferiscono al tradizionale ciliegino. Montecalvo può vantare 11 titolo di maggior produttore di questa varietà di pomodoro in Irpinia; le condizioni pedoclimatiche e l’esposizione costante del territorio al sole lo rendono unico.
Anche le ciliegie di Montecalvo sono molto ricercate. Un tempo si produceva per l’industria, ora la produzione è diminuita a causa della concorrenza dei paesi del mediterraneo, ma comincia a svilupparsi una produzione di qualità destinata ai mercatini. 

La cucina tipica montecalvese è caratterizzata da piatti per la cui preparazione si utilizzano derivati del grano, ortaggi, carne di maiale e di altri animali da allevamento, latte. Le abitudini alimentari, quindi, sono legate ai tempi dell’agricoltura.
Per gli antipasti sono largamente utilizzati i latticini, i formaggi e i salumi
• Tra i primi piatti, “i cicatielli” costituiscono il piatto principe. Dall’impasto di semola rimacinata di grano duro si preparano dei “cingoli” che vengono spezzati e incavati (cecati) con due o tre dita. Dopo la cottura si possono condire con ragù di carne mista, oppure con la pancetta (scardella), con broccoli o rugola, al sugo o in bianco.
Altri piatti tipici sono le tagliatelle all’uovo e i ravioli con la ricotta.
La “minesta maritata” e i “fasuli cu la cotica” sono altri due primi tipici della cucina montecalvese. Nel primo caso si tratta di un trittico di verdure (scarola, cicoria e verza) cotte nel brodo di pollo con osso di prosciutto e-o pancetta imbottita (pancetta di agnello disossata, aperta a tasca, ripiena di un impasto di mollica di pane raffermo, con formaggio romano grattato, ammollata con uova intere).
Per i fasuli, occorre tenere a bagno i fagioli per dodici ore e cuocerli per altri quattro ore insieme alla cotica di maiale. Prima di servirli si condiscono con olio extravergine di oliva che nelle case montecalvesi non manca mai.
La produzione lattiero-casearia trova nel fiordilatte e nelle scamosciate i prodotti di punta. Ottenuti dal latte dei bovini allevati in zona, i latticini vengono prodotti in diversi modi. La classica mozzarella è consumata negli antipasti, ma anche come ingrediente delle pietanze più elaborate. Le ricotte, invece, vengono usate come ripieno per i ravioli e per i “casatielli”.
Anche nella produzione di salumi Montecalvo si è particolarmente specializzato e vengono prodotti sia dai salumifici che dalle macellerie. Oltre alle salsicce, sono rinomati i capicolli, le soppressate, il culatello.

Tra le specialità locali sono vanto diversi tipi di pasta fatta a mano, le verdure ripiene, il famoso pane di Montecalvo” con la farina di grano duro e le salsicce e soppressate.

La cucina tipica montecalvese è strettamente legata all'agricoltura, infatti, i principali piatti sono a base di grano, ortaggi, carne di maiale e latte. Tra i piatti tipici ricordiamo la "minestra maritata" e i "fasuli cu la cotica", caratteristici della tradizione contadina, e sopra tutti "i cicatelli": un formato di pasta di grano duro che vengono spezzati, incavati (cecati, appunto) con due dita e conditi con ragù o pancetta. Montecalvo è inoltre conosciuto come paese del pane, titolo acquisito nel tempo grazie all'abilità dei fornai che lo preparano; famose sono le "ruote" realizzate con la varietà di grano saraolla e riconoscibili dalla caratteristica croce presente sulla scorza. Il comune è molto rinomato non solo per la coltivazione del grano ma anche per quella dei pomodori datterino, i pomodori a grappolo, di cui Montecalvo è il maggior produttore in Irpinia.

 

Leggi tutto: La Gastronomia

Di antichissime origini e legata alla tradizionale e gustosa cucina contadina, si racconta che secoli addietro una donna montecalvese, irritata dai tradimenti del marito, volle sfogare la rabbia che aveva in corpo,inventando una pasta. Il tutto appare comprensibile, se si pensa al modo in cui viene lavorato l'impasto (con buona foga), lo strappo del pezzo di pasta che viene accecato (cicato) con l'indice e il medio della mano, movimenti che ben esemplificano e testimoniano la rabbia della moglie cornuta, che riuscirà, proprio con questo piatto a riconquistare il marito.

Leggi tutto: STORIA E RICETTA DEI CICATIELLI

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.web, accetti l'uso di cookies. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.